Carta Dei Servizi

Carta dei Servizi dell’Associazione APM-Heolo Onlus

[ Clicca qui per il download ]

Indice

1. PREMESSA
2. PRESENTAZIONE E STORIA DELL’ASSOCIAZIONE APM-HEOLO ONLUS
3. LOGISTICA E RAGGIUNGIBILITÀ DELL’APM-HEOLO
4. LA MISSION DELL’ASSOCIAZIONE
5. IL CURRICULUM DELL’ASSOCIAZIONE
6. L’ORGANIGRAMMA DELL’ASSOCIAZIONE
7. I SERVIZI CLINICI OFFERTI
8. LE METODOLOGIE OPERATIVE DEI PERCORSI DI AIUTO DELL’ASSOCIAZIONE
9. MODALITÀ DI ACCESSO ALLE PRESTAZIONI ED EROGAZIONE DEI SERVIZI

1. PREMESSA
La presente “Carta dei Servizi” ha l’obiettivo di dare informazione relativamente all’attività clinica e psicoterapeutica svolta dall’Associazione APM Heolo Onlus ai servizi prestati e ai propri obiettivi. L’APM si impegna, dunque, a rispettare determinati standard qualitativi e quantitativi, con l’intento di monitorare e perseguire costantemente l’obiettivo di migliorare le modalità di organizzazione, conduzione e verifica dell’efficacia dei servizi offerti, stabilendo un patto ed una comunione di intenti con gli utenti e con le istituzioni. La Carta dei Servizi dell’Associazione APM-Heolo è stata redatta, dopo una accurata fase di studio e ricerca, da un gruppo di professionisti dell’Associazione. Il lavoro di redazione è stato coordinato dal Segretario Generale dell’Associazione Dottor David Capuzzi – Psicoterapeuta e dalla Responsabile dell’attività clinica D.ssa Diana Perazza – Psicoanalista SPI, che come referenti provvederanno anche ai successivi aggiornamenti della Carta.

2. PRESENTAZIONE E STORIA DELL’ASSOCIAZIONE APM-HEOLO

Nel 1986, da un piccolo gruppo di ricerca clinica, nasce l’Associazione Psicologi e Medici, APM-HEOLO, che poi diviene un’equipe multidisciplinare esperta nella cura, prevenzione e formazione nel campo delle dipendenze. L’Associazione Psicologi e Medici è una Onlus e pertanto non ha fine di lucro. Ideatrice dell’iniziativa è la dott.ssa Diana Perazza, psicologa, psicoanalista, esperta in Alcologia. Collaborano con lei, nella fase di fondazione, Alberto Bertollini, Paolo Perrotti e Giovanni Bonfiglio, illustri personalità della psichiatria e della psicoanalisi italiana. Sin dai primi anni, un impulso decisivo per l’orientamento delle attività di volontariato, svolte dall’Associazione nel campo della prevenzione e della salute, viene dato dal Dr. Giampaolo Nicolai, medico chirurgo specializzato in Igiene che è stato fondatore e presidente del Comitato Heolo.

Il nome attuale APM-Heolo infatti è stato assunto dall’Associazione nel 1996 a seguito dell’integrazione dell’Associazione Psicologi e Medici (APM) con il Comitato Heolo. Il Comitato Heolo si configurava come comitato scientifico, per lo studio e per l’intervento medico e psicologico in ogni tipo di emergenza. In primo luogo, per le catastrofi ambientali, come terremoti e altre calamità, ma anche nell’ambito delle emergenze sociali, come le tossicodipendenze e l’alcolismo. Fin dall’atto della sua nascita, l’associazione APM-Heolo ha, quindi, posto particolare attenzione alle varie forme di dipendenza patologica che ne rappresentano la peculiarità professionale.

3. LOGISTICA E RAGGIUNGIBILITÀ DELL’APM-HEOLO
L’Associazione ha sede nel centro di Roma al civico 37 di via Sannio, nel quartiere San Giovanni, a 100 metri dal piazzale Appio dove è situata la metro A (fermata San Giovanni) e dove transitano diverse linee tranviare che consentono di raggiungerla agevolmente da vari punti di Roma: linee 360, 85, 87, 3.

4. LA MISSION DELL’ASSOCIAZIONE
Per il contesto complesso in cui opera, l’APM-Heolo si contraddistingue per l’impostazione metodologica dei servizi offerti alla collettività. Ogni intervento tiene preliminarmente conto del contesto socio-sanitario del territorio ed è eseguito in chiave multidisciplinare. Il nucleo operativo permanente è composto da psicologi-psicoterapeuti e medici. All’occorrenza è prevista, l’interazione e la collaborazione con altre figure professionali (esperti in comunicazione e programmazione sanitaria, sociologi, assistenti sociali, infermieri). Tutti gli operatori e i collaboratori mettono a disposizione, in forma gratuita, le loro competenze. L’APM-Heolo collabora con i gruppi di auto-aiuto Alcolisti Anonimi e Al-Anon. Inoltre, è in contatto con tutti i gruppi che seguono la metodologia dei 12 passi: CODA (per le dipendenze affettive); OA (per i mangiatori compulsivi); ACA (per i figli Adulti di famigle alcoliste o diversamente disfunzionali); i gruppi per le dipendenze dal gioco d’azzardo. Sono previste forme di collaborazione e scambio informativo tra i gruppi e l’APM sancite in un documento in cui sono definite le modalità con cui i membri dei gruppi, possono riportare la loro testimonianza all’interno di riunioni formative dell’APM-Heolo. La collaborazione dell’APM-Heolo si estrinseca anche attraverso la partecipazione di membri alle riunioni dei gruppi di auto-aiuto e nei raduni annuali nazionali che i gruppi stessi organizzano annualmente, apportando un proprio contributo scientifico.

La responsabile clinica dell’associazione è la d.ssa Perazza, già dirigente del servizio di Alcologia dell’ASL RM/E dove ha svolto un lavoro pionieristico nell’ambito dell’alcolismo. Ella, infatti, ha sperimentato con successo la presa in carico e la terapia di pazienti alcolisti tradizionalmente ritenuti non trattabili dalla psicoanalisi classica. La Dott.ssa Perazza, inoltre, con i testi: La realtà del povero bevitore (1994) e Aspetti psicologici e psicodinamici dell’alcolismo (2000) ha dato un importante contributo alla problematica dell’alcolismo, anche sotto il profilo scientifico, inquadrando la struttura psicopatologica sottostante la personalità dell’alcolista all’interno del paradigma psicoanalitico, evidenziandone, in particolare, il profilo psicodinamico. Inoltre ha organizzato un servizio di consulenza psicologica presso il reparto di cardiologia diretto dal prof. Ceci.

L’attività dell’APM-Heolo, che ha come obiettivo la prevenzione e la cura della salute mentale e del disagio psicologico, si estrinseca, sia nell’accoglienza dei pazienti, sia nel trattamento psicoterapeutico, con particolare attenzione alle diverse tipologie di disturbo psichico, quali: – alcolismo -dipendenza affettiva; -tossicodipendenza; -new addiction: dipendenza da Internet, hikikomori; -dipendenza dal gioco d’azzardo; -dipendenza sessuale e disturbi sessuali; -disturbi delle condotte alimentari (anoressia e bulimia); -disturbi depressivi e di ansia; -attacchi di panico; -disturbi della personalità e i connessi casi di “doppia diagnosi”.

L’A.P.M. – Heolo è impegnata nel campo della tutela della salute mentale attraverso lo svolgimento di attività clinica e di prevenzione, promozione e supporto alla cura nonché di ricerca, informazione e formazione specialistica (attraverso l’organizzazione di seminari, e lo svolgimento di tirocini post-lauream e di specializzazione). I colloqui di consultazione psicologica e i trattamenti psicoterapeutici sono offerti a prezzi simbolici per la copertura dei soli costi di struttura e per consentire la fruizione dei servizi alla più ampia possibile platea di pazienti. I prezzi sono ulteriormente ridotti nei casi di indisponibilità economiche del paziente. Altre fonti di finanziamento sono costituite dai contributi versati dagli associati e dal 5 per mille.

Nell’ambito dello studio e della ricerca, l’APM-Heolo promuove lo sviluppo di approfondimenti e aggiornamenti in un’ottica multidisciplinare avvalendosi di diverse figure professionali: medici,
psichiatri, psicologi, psicoterapeuti, biologi, giuristi, assistenti sociali.

5. IL CURRICULUM DELL’ASSOCIAZIONE

5.1 Attività e Progetti

Dal 2013 ad oggi:

L’associazione ha preso parte all’interno del progetto “Lotta alla Droga” finanziato dalla Regione Lazio, collaborando all’interno dei 4 seguenti progetti:
-Unità mobile diurna per Prevenzione patologie correlate (cod. UPP) in patnership con l’ASL RM/E e la cooperativa Magliana 80;
-Centro di Prima Accoglienza semiresidenziale bassa soglia (cod SPA), in patnership con l’ASL RM/E e la cooperativa Magliana 80;
-Unità Farmacologica (cod UF) in patnership con l’ASL RM/E e la cooperativa Magliana 80;
-Centro Specialistico residenziale per trattamento Alcolisti (cod RA) in patnership con l’ASL RM/E, ASL Viterbo, ASL RM H, cooperativa Magliana 80 e la comunità Fispa. (fino al 2016).

Aprile 2011
Intervento di prevenzione sull’Alcolismo e sui familiari degli alcolisti presso l’Istituto di istruzione secondaria superiore “Giorgio Ambrosoli” sito a Roma in Via delle Alzavole 25. L’intervento della durata di 3 ore è stato condotto con la collaborazione dei gruppi AA (Alcolisti Anonimi) e Al-Anon (Gruppo dei familiari) ed è stato rivolto a più classi dell’Istituto.

2009-2010
10 interventi nelle scuole sulle dipendenze patologiche al Margherita di Savoia Istituto PsicoPedagogico di Via Cerveteri: bullismo, alcolismo mangiatori compulsivi.

2008
Progetto di prevenzione della violenza domestica diretto agli studenti delle scuole medie superiori finanziato dalla Provincia di Roma.

2007- 2008
Interventi di prevenzione del disagio giovanile presso l’istituto psicopedagogico «Margherita di Savoia», Roma
Temi trattati:
• Alcolismo
• Bullismo
• Disagio dei figli di alcolisti
• Violenza intrafamiliare
• Disturbi del comportamento alimentare.

2006
Interventi di prevenzione dell’alcolismo e del disagio dei figli di alcolisti per gli studenti dei seguenti istituti scolastici di Roma:
• Istituto psicopedagogico “Margherita di Savoia” Roma
• Istituto Tecnico Gaetano Martino
• Liceo Privato S. Leone Magno.

2005
Progettazione ed attivazione di un Centro per i Giovani e le loro famiglie finanziato dal Comune di Roma aperto presso la Chiesa di S. Lucia, Roma – XVII Municipio con le seguenti attività:
• Attività culturali e di consulenza;
• Attività di orientamento agli studi ed al lavoro;
• Avvio ed organizzazione di campagne di sensibilizzazione;
•Attività di smistamento ai servizi territoriali;
• Gruppi di orientamento alla genitorialità;
• Accoglienza ed ascolto delle problematiche giovanili;
•Prevenzione del disagio giovanile e familiare.

2004- 2005
Intervento di prevenzione dell’alcolismo e del disagio dei figli di alcolisti per gli studenti del Liceo psicopedagogico «Margherita di Savoia», Roma.

1999
Intervento di prevenzione presso la Scuola Media Statale «Via F.S. Nitti».

1999-98
Programmazione e realizzazione del progetto «Individuazione e prevenzione dell’abuso alcolico su target a rischio: studenti della scuola secondaria superiore e trasportatori autoferrotranvieri», approvato e finanziato dall’Assessorato alle Politiche per la Qualità della Vita della regione Lazio, Repubblica Italiana, con risoluzione n. 8380 del 23/12/1997 (L.r. 29/1993). Programma di prevenzione dell’alcolismo presso la Scuola Media Statale «C. Nobili»: incontro con gli insegnanti. Programma di prevenzione con il Liceo Scientifico «Dante Alighieri»: incontro con gli insegnanti.

1995
Programmazione e realizzazione di un intervento di prevenzione presso il Licei Scientifico parificato «Orlando».

1992
Programmazione e realizzazione di un intervento di prevenzione presso alcune scuole medie superiori del Comune di Roma.

Pubblicazioni, contributi alla ricerca e interventi a congressi scientifici

Maggio 2013
F.J Fiz Perez, G. Cardarilli (Apm-heolo). La Mediazione Familiare. Un percorso per famiglie in crisi.Paolo emilio persiani editore.

Marzo 2007
Subiaco: Comunicazioni sul tema dell’alcolismo al convegno per aggiornamento professionale con accreditamento ECM per infermieri ed educatori professionali “Dipendenze, disturbi del comportamento, educabilità” (24 Marzo) – Lavori pubblicati sul volume degli Atti del Convegno.

Ottobre 2006
Subiaco: Comunicazioni sul tema dell’alcolismo al al convegno per infermieri ed educatori professionali “Dipendenze, disturbi del comportamento, educabilità” (26 0ttobre).

Marzo 2006
Napoli: Comunicazione Liberarsi dal segreto: come affrontare le situazioni di violenze e maltrattamenti intrafamiliari, Tavola Rotonda 30° anniversario di Al-Anon.

Giugno 2004
Venezia: Comunicazione al Congresso internazionale ICAA (International Council of Alcohol and Addiction).

Maggio 2001
Bologna: Comunicazione: Alateen: crescere con un genitore alcolista, 5° seminario Alateen.

Aprile 2001
Bari: Comunicazione: L’alcolista e la sua famiglia. Tavola rotonda Al-Anon.

Agosto 1999
Vienna: Comunicazione: Prevention and risk target: primary and secondary prevention work – study for italian secondary school students in the city of Rome, 38th International Congress on Alcohol, Drugs and other Dependencies I.C.A.A. Vienna.

Settembre 1998
Malta: Comunicazioni: Study on convergences and divergences factors of italian emergency and dipendence services, e Prevention work study on alcohol dependence for public transport drivers, 42° Istituto Internazionale sulla Prevenzione ed il Trattamento della Dipendenze, ICCA, Malta.

Luglio 1997
Rep. of Armenia (Yerevan): Psychiatric assessment resources and major emergency situations, al Seminario Internazionale «Man Issues of disaster medicine and importance of moral-psychological factor in major disasters» organizzato dall’European Interregional Ass. Centre for Training Rescuers (ECTR).

Maggio 1997
Egitto (Cairo): Presentazione Linee guida per la gestione delle emergenze in crisi da abuso di alcol e droga, al 41° Istituto Internazionale ICAA.

Agosto 1996
Spagna (Madrid): Comunicazioni: Uno strumento di valutazione per i disturbi bipolari nei pazienti alcolisti ed Alcool ed emergenza psichiatrica: uno studio pilota, X Congresso mondiale di psichiatria.

Giugno-Luglio 1996
Olanda (Amsterdam). Comunicazioni: Abuso di alcool e droga in soggetti che lavorano nei contesti di emergenza: una selezione psicoattidudinale e le relazioni affettive tra tossicodipendenti sieropositivi e gli animali, 40° Istituto Internazionale sulla Prevenzione ed il Trattamento delle Dipendenze, ICAA, Amsterdam.

Aprile 1996
Collaborazione allo studio di mercato sulle figure professionali della gestione del rischio in Italia e nella Repubblica di San Marino.

 

Aprile 1996

Inghilterra (Liverpool): Comunicazione Alcool ed emergenza psichiatrica: uno strumento di valutazione, X Conferenza Internazionale sull’Alcool.

Marzo 1996-1995
-Collaborazione con il Centro di Collaborazione OMS/FAO per la Ricerca e la Formazione in Sanità Pubblica e Veterinaria per la programmazione e realizzazione dei seguenti progetti: piano sperimentale per la riabilitazione di ex-tossicodipendenti attraverso l’addestramento di animali di canili comunali, Animali e uomini imparano insieme – Colleferro (Roma); programma di Educazione sanitaria per persone immunocompresse che hanno frequenti contatti con gli animali – Orvieto.
-Pubblicazione del libro La realtà del povero bevitore. Uno studio multidisciplinare, a cura di Diana Perazza e Roberto Picozzi, prefazione di F. Antonelli, Editore Melusina.

Ottobre 1995
Rottura di un legame significativo come fattore scatenante la dipendenza alcolica: un’analisi psicodinamica sulle motivazioni riportata da un cluster di alcolisti, Convegno Alcolismo Oggi, Roma.

Ottobre 1995-1994
-Proposta di un trattamento ambulatoriale integrato dell’alcolismo cronico, Convegno «Marco Levi Bianchini e le origini della psicoanalisi in Italia». Teramo.
-Sistema informativo di gestione di un servizio per la prevenzione e la cura di stati di alcoldipendenza, XIII Congresso Nazionale di Informatica Medica.

Interventi di formazione

2013
Organizzazione di seminari presso la sede dell’associazione :

20 febbraio 2013
Seminario tenuto dalla Dott.ssa Daniela Marino su “Ipnosi ericksoniana”;
13 febbraio 2013: Seminario tenuto dalla Dott.ssa Patrizia Carrozzo “Caso clinico di un paziente borderline”;
24 ottobre 2012: Seminario su “I 12 passi dei gruppi”, tenuto da un membro dei gruppi(Coda) per le dipendenze affettive.
Maggio 2012: Ciclo di Seminari organizzati dalla Dott.ssa Daniela Marino: “I mercoledì di maggio”:
“Psicologia Perché” tenuto il 2/5/2012 dalla Dott.ssa Daniela Marino
“Le fasi della vita” tenuto 09/05/12 tenuto dalla Dott.ssa Francesca Rosati e Dott.ssa Daniela Marino
“Io e gli altri” tenuto dal Dott. Alessandro Boldrini il 16/05/2012
“La sessualità nelle personalità dipendenti” tenuto dalla Dott.ssa Ilaria Consolo il 23/05/12
“Psicologia: un pensiero su…” tenuto il 30/05/12 dal Dott. Paolo Spitaleri e dalla Dott.ssa Daniela Marino.

21 Giugno 2011
Prof. Paolo Cruciani e Dott.ssa Diana Perazza ”Psicoanalisi e Dipendenze”

27 settembre 2011
Prof. Fabrizio Quattrini“La sessualità nella coppia tra Dipendenza e trasgressione”

2010
Sono stati svolti due cicli di seminari sulle dipendenze dal titolo:”Sostanze e sentimenti” e “Legami e Dipendenze” presso la sede dell’istituto Italiano di Psicoanalisi di gruppo.
Il primo ha previsto la presenza di 4 seminari:
– “L’interpretazione psicoanalitica: Personalità e dipendenza, trovare, dare e creare senso” svolto dal Prof. Paolo Cruciani in data 19/01/10;
-“Dipendenza Affettiva: non solo donne che amano troppo” tenuto dal Prof. Luigi Janiri in data 09/02/10;”
– L’abuso di Sostanza in una prospettiva perversa” svolto dal Prof. Alberto Angelini in data 23/03/10;
– “ Chi mettiamo sul lettino? Pensieri dalla sala cinematografica alla stanza di analisi” tenuto dal Prof. Paolo Boccara.
Il secondo ciclo intitolato “Legami e Dipendenze” ha compreso altri 4 seminari:
-“Le patologie internistiche alcol-correlate” tenuto dal Dott. Luigi Renato Conti in data 21/09/10;
-“Web communities e internet addiction: Dalle chat a second life, passando per i Blog e Facebook” tenuto dal Prof. Marco Longo in data 12/10/10;
-“La relazione d’appoggio nelle personalità marginali” tenuto dal Prof. Ezio Izzo in data 9/11/10;
-“Gli aspetti psichiatrici delle Tossicodipendenze” tenuto dal Dott. Alessandro Boldrini in data 07/12/10.

10 novembre 2009
Seminario tenuto dal Dott. Marco Guadalupi. “Caso clinico e diagnosi”.

Giugno 2009
Inizio la collaborazione con gli amici di A.A, gruppo di riunioni per eventuali progetti e collaborazione con il gruppo Alcolisti Anonimi.

23 giugno 2009
Seminario tenuto dal Dott A. Angelini “Come si scrive un caso clinico”. Aperto al pubblico esterno.

12 gennaio 2008
Seminario dal titolo “ Psicosomatica” tenuto dal Dott. Alessandro Boldrini.

16 febbraio 2008
Seminario dal titolo “Teatro Terapia” tenuto dalla Dott.ssa Sandra Pascale e dalla Dott.ssa Patrizia Battaglia.

23 febbraio 2008
Seminario dal titolo “Caso Clinico. Dalla pratica alla teoria” tenuto dal Prof. Alberto Angelini.

2004 ad oggi
Attività di formazione e tutoraggio per gli studenti della Facoltà di Psicologia dell’Università di studi di Roma «La Sapienza» e dell’Università dell’Aquila e per scuole di specializzazione in psicoterapia (Sipre, Gestalt Analitica).

2003
Programmazione e realizzazione di un intervento per la formazione dei medici di base sull’alcolismo. Il progetto e’ stato finanziato e promosso dal Comune di Roma.

2002
Organizzazione del Convegno “Il volontariato professionale”, Ospedale S. Spirito, Roma.

Dicembre 1997
Turchia (Ankara) Seminario Internazionale Aspetti psico-sociali nella gestione dei disastri, organizzato dal Centro Europeo di Medicina della Catastrofi e AFEM (European Natural Disaster Training Centre).

Novembre 1997
Grecia (Athens) Conferenza presso l’International Cabin Crew Association (ICCA) al 12° Congresso Mondiale of Cabin Crew professional ICCA; presentazione del lavoro: In-fliht psychological medicine.

1997
Programmazione e realizzazione del corso di formazione Comitato H.E.O.L.O.-CISET per il personale Alitalia in collaborazione con il CISET, c/o Centro di Addestramento Alitalia, Fiumicino – Roma.

Dicembre 1996
Conferenza L’alcolista e la famiglia. Un percorso comune?Aspetti Medici e Psicologici, presso la Chiesa Cristiana Evangelica Battista in via del Teatro Valle – Roma.

Novembre 1996
Repubblica di San Marino: Corso internazionale di formazione Aspetti psicologici nelle grandi emergenze, organizzato dal Centro Europeo Medicina delle Catastrofi (CEMEC) e patrocinato dal
Consiglio d’Europa.

1995
Ciclo di Seminari di Studio: Prospettive cliniche per le problematiche della dipendenza: tossicodipendenza, alcolismo e disturbi delle condotte alimentari, presso l’Università la Sapienza di
Roma, sotto il Patrocinio dell’Università stessa e della Regione Lazio.

1994
Ciclo di Seminari di Studio: Il setting nelle istituzioni: modelli multidisciplinari alcolismo, tossicodipendenza ed assistenza psichiatrica, presso l’Università la Sapienza di Roma, sotto il Patrocinio
dell’Università di Roma e della Regione Lazio.

1993
Ciclo di Seminari di Studio: Alcolismo e tossicodipendenza un approccio medico-psicologico, presso l’Università di Roma La Sapienza, sotto il Patrocinio dell’Università di Roma e della Regione Lazio.

1992
Ciclo di Seminari di Studio: Alcolismo e tossicodipendenza: prevenzione clinica e psicoterapia, presso l’Università di Roma La Sapienza, sotto il Patrocinio dell’Università di Roma e della Regione Lazio.

1991

Ciclo di Seminari di Studio: Strategie psicologiche e farmacologiche delle dipenndenze alcoliche e tossicomaniche, presso l’Università di Roma La Sapienza, sotto il Patrocinio della Regione Lazio.

6. L’ORGANIGRAMMA DELL’ASSOCIAZIONE

L’Associazione Psicologi e Medici è composta dai soci e dai collaboratori di seguito elencati:

Comitato scientifico:
dott.sa Diana Perazza, prof. Luigi Janiri, prof. Mario Rossi Monti, prof. Paolo Cruciani, dott. Alberto Angelini.

Segretario generale dell’associazione
Dott. David Capuzzi

Responsabile dell’attività clinica:
Dott.ssa Diana Perazza

Responsabile dell’attività scientifica:
Dott. Alberto Angelini

Soci (Psicologi/psicoterapeuti):
Dott.ssa Beatrice Cantarini, Dott.ssa Ilaria Consolo, Dott.ssa Eleonora Deiana, Dott.ssa Mariasole Galassi, Dott. Marco Guadalupi, Dott. Stefano Meini, Dott.ssa Joanna Okulska, Dott.ssa Adriana Paccoi, Dott. Gabriele Ronco, Dott.ssa Francesca Rosati, Dott. Paolo Spitaleri, Dott.ssa Elisa Taverniti, Dott.ssa Annamaria Veneziani

Soci Collaboratori:
Dott. Paolo Galiano (Dermatologo – IDI Istituto di ricovero e cura a carattere scientifico)
Dott. Alessandro Boldrini (Psichiatra – Dirigente Dipartimento Salute Mentale ASL RM/E)
Dott. Paolo Cruciani (Psicoanalista S.P.I. – Docente di Psicologia Clinica Università “La Sapienza” e Università Lumsa – Roma)
Dott. Furio De Persis (Psichiatra, Psicoterapeuta)
Dott. Marco Longo (Psicologo Clinico – Psicoanalista S.P.I. – Analista di Gruppo IIPG e COIRAG – Direttore di Psychomedia.it)
Dott.ssa Paola Malvenuto (Docente di Lettere)
Dott. Raffaello Rosati (Docente Istituto di Medicina Legale – Università “La Sapienza” – Roma)
Dott. Fabio Vacchini (Neuropsichiatra, Psicoanalista)
Prof. Alberto Bertollini

Soci non psicologi
Dott.ssa Flavia Alù con funzioni di Direttrice della Segreteria

7. I SERVIZI CLINICI OFFERTI
Valutazioni del funzionamento intellettivo/cognitivo, adattivo, della disabilità/difficoltà di apprendimento, psicodiagnostica della personalità.
Valutazioni, Assessment e Diagnosi nosografica.
Consulenza psicologica di sostegno, di supporto e orientata al cambiamento rivolta all’individuo, alla coppia, ai genitori, alla famiglia, ai caregivers, a persone in condizione di fragilità per malattia.
Psicoterapie secondo indirizzi e modelli diversi, rivolti alla persona, al gruppo, alla coppia, alla famiglia, ai professionisti (percorso di psicoterapia per specializzandi).
Relazioni psicodiagnostiche per i Servizi sociali.
Tirocini per gli allievi delle scuole quadriennali di specializzazione in psicoterapia.

8. METODOLOGIE OPERATIVE DEI PERCORSI DI AIUTO DELL’ASSOCIAZIONE

L’accoglienza e la presa in carico

Accoglienza, ascolto, cordialità, disponibilità, professionalità e attenzione alla qualità del servizio offerto sono i principali valori alla base della mission dell’Associazione.

La fase iniziale di accoglienza inizia già dal primo contatto telefonico tra la persona intenzionata
ad intraprendere un percorso di valutazione psicologica, di consulenza o di psicoterapia e
l’APM-Heolo.
Uno psicologo professionista volontario accoglie la richiesta telefonica, compila una scheda di accoglienza in cui vengono indicati i dati anagrafici dell’utente e una breve analisi della domanda e si fissa un appuntamento.

La fase di consultazione e valutazione

All’arrivo in Associazione viene effettuato un primo colloquio informativo/esplorativo e motivazionale ed eventualmente viene somministrata una batteria di test. Nel secondo incontro viene restituito il test ed effettuato un secondo colloquio da parte della Responsabile Clinica, in modo da assicurare lo sviluppo di un doppio setting, che costituisce una procedura di garanzia per l’utente e di qualità del servizio offerto. In questo secondo colloquio viene effettuata una anamnesi clinica sintetica, concordato il contratto/patto terapeutico relativo alle modalità e finalità operative del percorso di aiuto ed effettuata l’assegnazione dell’utenza al professionista-specialista più adatto per quello specifico caso.

Se il paziente dovesse accettare le condizioni, si concorda insieme l’inizio di un primo ciclo di incontri, in genere di quattro, dedicato e focalizzato alla consultazione e valutazione clinica e psicosociale della persona e del suo sistema familiare e relazionale. Ove ne concorrono le condizioni si intraprende un percorso psicoterapeutico.

La supervisione e l’intervisione clinica individuale e di gruppo e verifica del raggiungimento degli obiettivi di qualità e del livello di soddisfazione dell’utenza.

I casi trattati dagli psicoterapeuti dell’APM-Heolo, di una certa complessità ed a rischio psicosociale, sono oggetto di supporto e consulenze di equipe, con intervisione e supervisione del caso specifico dirette dal Responsabile scientifico. Periodicamente si effettua una valutazione del livello di qualità tenendo conto dei miglioramenti nel livello di benessere degli utenti dell’Associazione, della durate delle psicoterapie e della modalità in cui la terapia viene considerata conclusa. Inoltre per verificare il livello di soddisfazione dell’utenza si procede a sottoporre, a campione, agli utenti un apposito questionario.

9. MODALITÀ DI ACCESSO ALLE PRESTAZIONI ED EROGAZIONE DEI SERVIZI
Tutti i Servizi e le prestazioni sanitarie partono da una richiesta di accoglimento e presa in carico che viene fatta all’Associazione via telefono al numero dedicato 327/5769048 – 06/77208664 o mediante incontro di persona presso la sede dell’associazione in via Sannio, 37 – 00179 Roma.
Mail: apm-heolo@libero.it

Il trattamento dei dati personali avviene sempre secondo la legge vigente sulla privacy. È sempre raccolta una cartella clinica cartacea e una informatizzata conservata, in forma anonima e protetta.
Il contratto/patto terapeutico ed il consenso informato sono sempre concordati prima del trattamento.